Margherita Oggero e Francesca Manfredi, scrittrici a confronto per ripensare il mondo

Margherita Oggero e Francesca Manfredi, scrittrici a confronto per ripensare il mondo

03 nov 18
/
Dalle 15.30 - alle 18.30
Cinema Rosebud
Via Medaglie d'Oro della Resistenza, 4 - 42122 Reggio Emilia (RE)
lettere.re@gazzettadireggio.it
0522 501511

Informazioni


REGGIO EMILIA. “Un altro modo di capire il mondo. Raccontare la modernità tra ribellione e paesaggi condivisi”. S’intitola così l’incontro che sabato 3 novembre alle 15.30 porterà al Rosebud, in via Medaglie d’oro della Resistenza 6, a Reggio Emilia, Margherita Oggero e Francesca Manfredi.

Due donne diverse per età e provenienza, due scrittrici che affrontano la parola con stile e strumenti differenti. «Eppure entrambe sono esempio di come si possa capire il mondo in altro modo», spiega Pina Tromellini, pedagogista e scrittrice che sabato dialogherà con Oggero e Manfredi insieme a Martina Riccò, giornalista della Gazzetta, e Luciano Casoli della Biblioteca Rosta Nuova.

«Se ho avuto l’idea di riunire le due autrici – spiega Pina Tromellini – devo ringraziare Maria Grazia Moratti del Punto Einaudi di Reggio, che mi ha consigliato di leggere i loro ultimi libri». Partendo da “Non fa niente” (Einaudi) di Margherita Oggero, e “Un buon posto dove stare” (La Nave di Teseo) di Francesca Manfredi, «cercheremo di capire se c’è un’altra strada da percorrere, una strada che ci porti lontano dai muri, dal rancore e dalla violenza che caratterizzano, purtroppo, il nostro presente». Una sorta di protesta, dunque, che si manifesta anche con l’immagine scelta per lanciare l’evento: «All’apparenza un giardino – spiega Pina Tromellini – ma in realtà si tratta di un’opera di Land Art che l’artista Beverly Pepper ha realizzato al Teatro Parco di Celle, a Pistoia. La Pepper è una scultrice e pittrice di 96 anni, che è nata a New York ma ha scelto di vivere in Toscana. Anche la sua arte è una forma di protesta: con le sue opere non solo plasma nuovi paesaggi, ma anche nuove persone».


COME PARTECIPARE

L’evento di sabato è a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Per i nostri lettori saranno a disposizione 80 posti riservati. La registrazione può avvenire attraverso la newsletter della Gazzetta di Reggio (cliccando in fondo alla mail, nella parte “Eventi”), nella home page del nostro sito (in alto a destra, cliccando su “Eventi”) oppure telefonando alla segreteria della Gazzetta: 0522-501511.

Location

Privacy

GEDI News Network SpA - Via Ernesto Lugaro n. 15 - 00126 Torino - P.I. 01578251009 - Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. E' espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.