De Chirico oltre il quadro
7 dicembre 2019

De Chirico oltre il quadro

De Chirico oltre il quadro.
Manichini e miti nella scultura metafisica


Sospesi nello spazio e nel tempo, i misteriosi personaggi che hanno reso tanto celebre la Metafisica di Giorgio de Chirico sono stati proposti innumerevoli volte, non solo con la grafica e la pittura ma anche nella versione tridimensionale, in una produzione scultorea di cui probabilmente il grande pubblico ancora non conosce la particolare suggestione. Meno nota della produzione pittorica, ma certamente non meno evocativa, la scultura del grande maestro offre infatti l’occasione per approfondire alcuni dei soggetti che hanno dominato la sua poetica, tra i quali spiccano l’enigmatica presenza dei manichini e la persistenza del mito e della memoria dell’antico.


"Il pipistrello"
5 dicembre 2019

"Il pipistrello"

10 posti

Il Pipistrello”, l’operetta di Johann Strauss più famosa e più rappresentata al mondo e che incarna lo spirito e l’essenza stessa dell’operetta viennese, sarà presentata in una nuova e smagliante produzione che coniuga il fasto dell’allestimento alla bravura degli interpreti.

La felicità secondo Insinna alla Pandurera
30 novembre 2019

La felicità secondo Insinna alla Pandurera

“La macchina della felicità” di e con Flavio Insinna

Uno spettacolo ricco di comicità, di racconti e di canzoni intrecciato alla trama dell’omonimo romanzo scritto dallo stesso Flavio e scandito dalla storia d’amore tra i due protagonisti Laura e Vittorio. “Chi di voi e felice? Chi e felice alzi la mano!”. Da questa provocazione Flavio Insinna, un Pierino cresciutello ma sempre birbone, parte alla ricerca della felicita, cercandola nelle piccole cose (che poi tanto piccole non sono) e nelle cose grandi (che poi tanto grandi non sono), in allegria, tutti insieme appassionatamente, mano per mano con il pubblico, come in un grande pranzo di Natale passato a ridere in compagnia di chi ti vuole bene.

Ingresso scontato per i lettori



Dio ride con Moni Ovadia sul palco di Argenta
29 novembre 2019

Dio ride con Moni Ovadia sul palco di Argenta

“Dio ride – Nish Koshe” di e con Moni Ovadia A venticinque anni dal primo Oylem Goylem, Moni Ovadia mette in scena un nuovo spettacolo che ritrova il vecchio ebreo errante tra narrazione, umorismo e riflessione drammatica, racconto e canzoni, musica e barzellette. Protagonista di Dio ride – il cui sottotitolo, Nish Koshe in yiddish si traduce ironicamente con “così così” – sarà il vecchio ebreo errante che ritorna, con nuove storie e nuove musiche, insieme ad altri cinque musicisti, vagabondi come lui su una zattera piena di libri, vagando senza una meta precisa, cantando e suonando storie tristi e allegre, parlando del divino, ridendo e ricordando con malinconia un passato che a tratti minaccia di ripetersi. Una risata amara ma anche
 A venticinque anni dal primo Oylem Goylem, Moni Ovadia mette in scena un nuovo spettacolo che ritrova il vecchio ebreo errante tra narrazione, umorismo e riflessione drammatica, racconto e canzoni, musica e barzellette. Protagonista di Dio ride – il cui sottotitolo, Nish Koshe in yiddish si traduce ironicamente con “così così” – sarà il vecchio ebreo errante che ritorna, con nuove storie e nuove musiche, insieme ad altri cinque musicisti, vagabondi come lui su una zattera piena di libri, vagando senza una meta precisa, cantando e suonando storie tristi e allegre, parlando del divino, ridendo e ricordando con malinconia un passato che a tratti minaccia di ripetersi. Una risata amara ma anche profonda sugli eventi del passato come la Shoah e l’emigrare costante del popolo ebreo.

Biglietti scontati per i lettori della Nuova

Danza alla Pandurera: Pas de deux gala
24 novembre 2019

Danza alla Pandurera: Pas de deux gala

“Pas de deux gala” di Alessandra Bigonzetti


con Martina Arduino, Stefania Ballone, Gaia Andreanò, Marco Agostino e Christian Fagetti, danzatori del Teatro Alla Scala di Milano
Damiano Artale della Compagnia Aterballetto

Tra il repertorio del Lago dei Cigni, Lo Schiaccianoci, Le Corsaire e Raimonda e il contemporaneo d’autore, un alternarsi di brani d’impatto emotivo e rigore tecnico stilistico, eseguiti dai danzatori provenienti dai più importanti teatri italiani.


Mezzosangue all’Estragon di Bologna
23 novembre 2019

Mezzosangue all’Estragon di Bologna

 Mezzosangue, rapper romano, arriva a Bologna col suo nuovo live “Sua Cuique persona” (tour) prende il nome da un quadro del ‘500 e significa “a ciascuno la propria maschera” che è anche il messaggio di fondo dell’artificio scenico dell’artista romano: ognuno vede sotto quel passamontagna il volto che vuole vedere, dandogli il proprio significato. E dunque ancora una volta, il live sarà un rito collettivo tra rime, sempre con piani di lettura diversi e una band dal sound formidabile.

Quattro lettori della Nuova entrano gratis al concerto all'Estragon
 
Un mondo d'amore per l'Ail
23 novembre 2019

Un mondo d'amore per l'Ail

Serata benefica per l'Ail.
Al teatro Nuovo di Ferrara si esibiscono Sister & friends, Sergio Ricci alias Tony Corallo, Roberto Rimondi che interpreta Gianni Morandi e la presidente della Provincia Barbara Paron.

Info: Rossano 3356036360 e Manuela 3492336122

(con il contributo di Ascom e il patrocinio del Comune di Ferrara)

Moving with Pina
17 novembre 2019

Moving with Pina

A dieci anni dalla scomparsa di Pina Bausch, una conferenza danzata per raccontarne l’universo visto dalla prospettiva di Cristiana Morganti, storica interprete del Tanztheater di Wuppertal. Attraverso l’esecuzione di alcuni estratti del repertorio della compagnia, la danzatrice racconta la sua esperienza artistica e umana al fianco dell’indimenticata coreografa tedesca, mettendo in luce quanta dedizione, fantasia e cura del dettaglio riponesse nella creazione del movimento.

Lagwagon all’Estragon di Bologna
14 novembre 2019

Lagwagon all’Estragon di Bologna

I Lagwagon non hanno bisogno di presentazioni per gli amanti del genere e non solo; tra le istituzioni del punk rock, in quasi trent'anni di carriera hanno raggiunto il successo mondiale pubblicando dei veri e propri inni per la scena internazionale. La storia dei Lagwagon è fatta non solo di pietre miliari come Violins (dall'album Hoss, 1995) o May 16 (Let’s Talk About Feelings, 1998), ma anche di tante, tantissime travolgenti esibizioni dal vivo. Dal 1988 a oggi la band ha infatti macinato kilometri su kilometri e calcato i palchi di tutto il mondo guadagnando notorietà e soprattutto una schiera di fan sempre più affezionati. La loro carica live è innegabile: con qualche accordo e rullate ben assestate sono in grado di catapultare il pubblico sulle spiagge di Santa Barbara, dove tutto ha avuto inizio.
Quattro lettori della Nuova entrano gratis al concerto all'Estragon
 
Operetta ad Argenta ! Cin ci là
6 novembre 2019

Operetta ad Argenta ! Cin ci là

Dopo il successo de La vedova allegra, Elena D’Angelo torna al Teatro dei Fluttuanti con l’ultimo capolavoro italiano del genere, epigono di una forma di teatro musicale leggera che aveva intrattenuto per un secolo e mezzo l’Europa sull’onda del divertimento, per far dimenticare i momenti di crisi e rispondere al bisogno d’evasione di larghe fasce di pubblico. Uno dei titoli più rappresentati in Italia, amatissimo dalle platee grazie al suo gusto delicato, alla sua musica accattivante e al divertente contesto in cui la vicenda si svolge, Cin Ci Là arriva ad Argenta nell’interpretazione di una compagnia che vanta larghi consensi di pubblico e critica, con un corpo di ballo formato da ballerini professionisti e un’orchestra dal vivo, composta da giovani musicisti d’eccellenza. Elegantissimo l’allestimento, fresca ed attuale la regia, per ricreare lo spirito dell’epoca tra doppi sensi, equivoci ammiccanti, colpi di scena, esilaranti gag comiche e trovate brillanti, travolgenti duetti e coinvolgenti coreografie nella loro filologica ispirazione alla Macao degli anni ’20, scenario insolito per una vicenda che lascia trasparire una morale tutta europea e, vista oggi, bonariamente provinciale.

Ingresso scontato per i lettori della Nuova Ferrarra

Madre Courage e i suoi figli
12 ottobre 2019

Madre Courage e i suoi figli

"Madre Courage e i suoi figli" di Bertolt Brecht apre la stagione di Prosa 2019/2020 del Teatro Comunale Abbado di Ferrara. Recuperando ed elaborando i materiali riguardanti la composita partitura di Madre Courage a partire dall’edizione del 1941, comprese le fonti che hanno ispirato i temi principali e le nove canzoni previste dal testo, il regista Paolo Coletta dirige un’intensa Maria Paiato in una nuova versione del capolavoro brechtiano dalle forti componenti musicali, dove parola, corpo e musica si fondono per ritrarre un’umanità che somiglia così tanto al nostro presente.

Tresigallo città metafisica
dal 25 novembre 2018 al 12 ottobre 2019

Tresigallo città metafisica

Visita guidata ai monumenti razionalisti

L’architetto Davide Brugnatti accompagna i membri della community Noi Nuova Ferrara alla scoperta di un gioiello dell’architettura razionalista. Tour di due ore a Tresigallo

Oltre la bufera | Il film su don Minzoni
10 ottobre 2019

Oltre la bufera | Il film su don Minzoni

Prima nazionale all'Apollo di Ferrara

Film di Marco Cassini

con Stefano Muroni e Piero Cardano


È un film epico, un western moderno, una grande storia dimenticata pensata soprattutto per le nuove generazioni. L’opera è stata girata nelle città di Mesola, Portomaggiore e Ferrara nell’aprile 2018. Il film conta oltre 70 ruoli, tra protagonisti, ruoli secondari, piccoli ruoli, figurazioni speciali e comparse, per un totale di 100 costumi d'epoca, provenienti dalle migliori sartorie di Roma e Milano, firmati da Luigi Bonanno, uno dei costumisti di Tornatore, e con la supervisione di Remo Buosi per le divise militari. La pellicola vede oltre 15 location interamente ricostruite sia in interno che in esterno. Alcune scene sono arricchite con la presenza di macchine originali del 1923 e con mezzi della Prima Guerra Mondiale.

Torneo di trionfo a coppie
27 settembre 2019

Torneo di trionfo a coppie

Speciale torneo di trionfo a coppie, il tradizionale gioco a carte ferrarese, al bar bocciofila di Vigarano Pieve. Non si giocherà con le carte da briscola utilizzate solitamente nella nostra provincia, bensì con “Il cart ad Fràra”, le carte realizzate da Dino Marsan che al posto dei semi abituali (bastoni, coppe, denari e spade) propongono quattro cibi caratteristico estensi, ossia panpepato, salamina, cappellacci e la coppia di pane.
Le iscrizioni costano dieci euro a coppia, quota comprensiva di mazzo di carte da poter tenere. Chi vuole far pratica con le carte può andare già a ritirarle alla bocciofila di via Mantova 203 (il bar è aperto tutti i giorni dalle 7 a mezzanotte ), presentando la mail di risposta all’iscrizione e pagando la quota direttamente ai titolari Alessia e Claudio. Il torneo inizierà alle 20.30 con sorteggio del tabellone e partite al meglio dei 41 punti e non si contano le figure. Saranno premiate le prime due coppie classificate.
Visita guidata alla casa museo Remo Brindisi
dal 1 al 29 agosto 2019

Visita guidata alla casa museo Remo Brindisi

La Casa Museo è una moderna architettura immersa nel verde, al Lido di Spina, tra la pineta litoranea e la spiaggia, realizzata agli inizi degli anni Settanta dall’architetto e designer Nanda Vigo, per volontà del maestro Remo Brindisi (1918 - 1996).
Il percorso di visita raccoglie la ricca collezione appartenuta al maestro: un’insieme di opere delle principali espressioni artistiche nazionali e internazionali del Novecento. 

Apericena e visita al museo Brindisi
dal 7 al 28 agosto 2019

Apericena e visita al museo Brindisi

Visita guidata alla casa museo, dove tutti gli spazi, anche quelli privati, accolgono un gran numero di opere d’arte che Brindisi, collezionista appassionato, ha riunito durante tutta la sua vita. Dopo la visita seguirà un apericena servito all’interno della tavernetta

A Bologna con le icone di Terry O’Neill
dal 20 luglio al 10 agosto 2019

A Bologna con le icone di Terry O’Neill

Fino al prossimo 8 settembre nelle sale di Palazzo Albergati è possibile visitare un’eccezionale retrospettiva dedicata al grande fotografo britannico conosciuto nel panorama mondiale come l’artista che ha saputo ritratte senza paragoni gli ‘60 e ’70. E' la mostra Terry O’Neill. Icons che mette in scena i ritratti fotografici delle più famose Star. Biglietti scontati per i lettori della Nuova


Ravenna Festival
dal 2 al 31 luglio 2019

Ravenna Festival

Fondato nel 1990 da Cristina Mazzavillani Muti, Ravenna Festival si è sempre caratterizzato per un programma che include tutti i linguaggi artistici, dalla musica sinfonica a quella da camera, dall’opera al teatro, dalla danza al musical, dal jazz alla musica etnica. Ogni anno da maggio a luglio una città intera diventa palcoscenico per due mesi: dalle basiliche tempestate dall’oro di antichi mosaici agli eleganti teatri storici, chiostri, antichi palazzi, le archeologie industriali, ma anche le spiagge e la pineta dove sostò Dante Alighieri e ancora su fino alle dolci colline che si stagliano lontane all’orizzonte…

Quest'anno, edizione numero trenta, la rassegna si tiene dal 5 giugno al 16 luglio e dall'1 al 10 novembre

I lettori della Nuova Ferrara possono godere di biglietti scontati per gli appuntamenti più rappresentativi

GEDI News Network SpA - Via Ernesto Lugaro n. 15 - 00126 Torino - P.I. 01578251009 - Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.