Goran Bregovic "From Sarajevo"

Goran Bregovic "From Sarajevo"

02 lug 19
/
Dalle 21.00 - alle 22.30
Pala Mauro De André
Viale Europa, 1 - 48122 Ravenna (RA)

Informazioni

Invito al Ravenna Festival. Per i lettori della Nuova prezzo di favore: 5 euro

Nella sua storia, la Bosnia è stata parte di molti imperi: Romano, Bizantino, Ottomano, Austro-Ungarico… Ognuno di questi ha lasciato la sua impronta e la sua religione: cattolica, ortodossa, musulmana. Gli ebrei sefarditi, espulsi dalla Spagna, arrivarono nel sedicesimo secolo. Sarajevo diventò la città di quattro religioni, la “Gerusalemme dei Balcani” e la metafora di una coabitazione pacifica ma anche l’orrore dell’odio. Da Sarajevo vengono la maggior parte dei bambini nati da matrimoni misti in ex-Jugoslavia, la prima guerra mondiale cominciò a Sarajevo, nella seconda guerra mondiale i musulmani di Sarajevo nascosero le famiglie ebree dal nemico comune, immagini dei più grandi orrori della recente guerra in Bosnia vengono da Sarajevo… Sarajevo è la metafora dei nostri tempi, un luogo dove un giorno si vive da buoni vicini e il giorno dopo ci si fa la guerra.

Il nuovo lavoro di Goran Bregovic “From Sarajevo” si ispira a questa metafora. È stato scritto per un Violino e Orchestra. Il Violino, suonato secondo la tradizione classica occidentale, quella klezmer e quella orientale, unisce a livello allegorico le tre religioni che sono allo stesso tempo il più grande tesoro e la più grande maledizione di Sarajevo.  Gli arrangiamenti per questo lavoro sono stati affidati a Quattro talentuosi musicisti dalla Serbia : Aleksandar Sedlar, Isidora Zebeljan, Ninoslav Ademovic and Ognjan Radivojevic. La Wedding & Funeral Orchestra di Goran Bregovic è accompagnata da un’Orchestra Sinfonica locale, un coro di voci maschili e 3 violini solisti.

Location

GEDI News Network SpA - Via Ernesto Lugaro n. 15 - 00126 Torino - P.I. 01578251009 - Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.