Visita guidata e degustazione all'azienda vinicola Orosia di Bollengo

Visita guidata e degustazione all'azienda vinicola Orosia di Bollengo

07 dic 19
/
Dalle 16.00 - alle 18.00
Azienda vinicola
Strada Piane Inferiori n. 7 - 10012 Bollengo (TO)
0125/57284

Informazioni

Visita guidata e degustazione all'azienda vinicola Orosia di Bollengo

L'incontro fa parte di un ciclo di incontri organizzati dalla Sentinella in collaborazione con  il Consorzio di tutela per la valorizzazione dei vini docg Caluso e doc Carema e Canavese,

Orosia è il nome dell’Erbaluce di Caluso DOCG coltivato a Bollengo, lungo la via Francigena in zona Piane. Trae origine dalla chiesetta ivi presente, edificata nel ‘600 da due profughi di una guerra di Spagna, che fecero voto alla santa patrona dei vigneti, Santa Eurosia.

La trasformazione in Orosia e il conseguente gioco di parole oro sia ! cioè sia dell’oro, origina a sua volta dalla storpiatura di Eurosia in Santa Rosa (con questo nome la chiesetta è segnata nelle mappe catastali), e diventa augurale, con riferimento all’oro spirituale, visto che alla produzione dell’Erbaluce si affianca un progetto omonimo, che tra le altre cose comprende I GIORNI DI OROSIA, un piccolo festival di narrazioni e film da qualche anno in collaborazione con il Comune di Bollengo e da quest’anno itinerante in Italia.

La titolare dell’azienda agricola è la regista Emanuela Piovano (Le stelle inquiete, l’Età d’oro, sono i suoi ultimi due lungometraggi per il cinema) che al suo codice ISTAT dello spettacolo ha aggiunto dal 2009 quello di imprenditore agricolo, configurandosi pertanto come ditta individuale.

Il vigneto consta di circa un ettaro ed è affidato alle cure di Armando Sammartino e Mira Puha, nonché ad un piccolo gregge di pecorine dell’isola di Ouessant.

La tenuta è di circa tre ettari a bosco, ospita anche due asine e 3 caprette, non destinate però alla manutenzione del vigneto!!!  Da quest’anno tutta la tenuta è certificata Bio ICEA.

L’Erbaluce coltivato produce circa 2000-4000 bottiglie vinificate da Cieck con metodo Enosis di Donato Lanati e recentemente Gian Piero Gerbi.

La sede dell’azienda è in una grande casa rurale anch’essa edificata a partire dal ‘600 fino ad inizio ‘900, ed infine ristrutturata nella prima metà degli anni ’80 dall’architetto Toni Cordero, che ne ha valorizzato la parti antiche affiancando parti moderne in stile razionalista, riprendendo gli affreschi (Maestro Baffoni).

La tenuta fu acquisita nel 1982 dai Piovano direttamente da Olivetti (gestione De Benedetti) con lo scopo di rilevarne le finalità sociali ed umanitarie.

In particolare la villa era stata data in gestione da Olivetti ai servizi psichiatrici (Scarsella) per realizzare un centro diurno a beneficio degli utenti dell’ex ospedale psichiatrico aperto in seguito alla legge 180. Furono questi utenti a ribattezzare la villa già Cossavella in “MAGNOLIA” dalla grande pianta omonima che la sovrasta.

Dal 1986 LA MAGNOLIA ha ospitato una comunità cattolica di recupero e dal 1994 il co-housing Progetto Orosia.


In caso di necessità o per ulteriori informazioni potete contattare il numero della redazione 0125-424946 dalle ore 9.30 alle 19 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19 sabato e domenica.

ATTENZIONE. A chi si prenota per due appuntamenti e non si presenta, senza aver precedentemente avvisato, viene tolta la possibilità di partecipare ai successivi eventi

Location

Privacy

GEDI News Network SpA - Via Ernesto Lugaro n. 15 - 00126 Torino - P.I. 01578251009 - Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. E' espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.