Arena Romana

Arena Romana

29 set 18
/
Dalle 11.00 - alle 12.00
Giardini dell'Arena Romana
Piazza Eremitani, 8 - 35121 Padova (PD)

Informazioni

Con Noi il mattino di Padova scopriamo questo monumento con occhi diversi.

A cura dell'Assessorato alla Cultura - Musei civici di Padova-Museo Archeologico, in collaborazione con Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Padova e il Dipartimento dei Beni Culturali, Università di Padova, questo è  il programma della visita:

1) Introduzione su Patavium e il suo anfiteatro: Francesca Veronese, Musei Civici di Padova - Museo Archeologico
2) Approfondimento sui recenti scavi archeologici: Marianna Bressan,  Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio
- Padova, in collaborazione con gli archeologi della ditta Archetipo srl
3) Conclusione: Virtual tour nella Patavium romana con appositi visori, a cura del gruppo di lavoro di Jacopo Bonetto, Dipartimento dei Beni Culturali, Università di Padova.

L'antico teatro romano di Padova, volgarmente detto arena perché vi si spargeva la sabbia o perché vi avvenivano i combattimenti dei gladiatori, è circondato da un muro ellittico in blocchi di calcare che costituiva la base delle gradinate.

Arena

Edificato intorno al 70 d.C., somigliava all'arena di Nimes e per dimensioni non era di certo inferiore all'Arena di Verona; questo dimostra l'eccezionale floridezza economica di Padova in quel tempo.
Giostre e tornei qui allietavano i cittadini al tempo dei re barbari Alarico, Attila, Agilulfo.
Se nel Medioevo il teatro non fosse stato demolito e sfruttato come cava di pietra, anche oggi Padova avrebbe la sua arena.
Nel XIV secolo l'area fu acquistata dalla ricca famiglia degli Scrovegni che vi fece costruire il suo palazzo (demolito nel 1803) e la celebre Cappella.

Gli sponsor

aspiag
argos

Location

Privacy

GEDI News Network SpA - Via Ernesto Lugaro n. 15 - 00126 Torino - P.I. 01578251009 - Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. E' espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.